Roberto

5M

Sera Prof. questo sarà un bel week-end di pakkia vero?sia x noi che x voi…: )
C vediamo lunedì Prof.
°°si nu grand°°
ciaociao da Roberto Paparo°°

Ua prof. sono andato a vedere quel gioco lineagames…è un macello!sono morto un'infinità di volte.
Provate a farlo ragazzi
ciaociao

ah ah
Ciao Roberto, ho visto che avete fatto u nbuon lavoro sul multimetro.
saluti
a.oliva

la tua pgina è nell'indice della 5M?

Sisi prof. l'ho trovata anche se prima non riuscivo a vederla. Analoga situazione capitata anke a barone.

E' questa pagina di Barone ?

Vi ho lasciato in allegato il circuito della relazione che dovremmo fare in laboratorio sabato prossimo. Apparentemente il circuito sembra rispondere alle nostre aspettative. Provatelo anke voi e vedete se siamo riusciti a farlo…B. lavoro e Auguri ancora(visto che non ve li ho dati).

Roberto & Fabio

Roberto,

ti ringrazio per gli auguri e ricambio con affetto
a.oliva

Suggerimento 1: quando salvi un'immagine salvala come JPG, questo formato è più leggero.Infatti se vai a vedere nei files l'immagine bitmap è 1,7 Megabyts! quella JPG è circa 27 kilobytes. Conclusione l'immagine JPG occupa meno memoria e si carica velocemente.
a.oliva

SUggerimento 2: il cicuito in Electronic Workbench, mi sembra che funzioni bene, perche non scrivi quatrro righe dove spieghi le analogie tra circuito elettrico e la guida automatica di un auomobile …sull'Autostrada Napoli-Roma :).
saluti
a.oliva

Prof. so che ci dobbiamo vedere domani però volevo farle vedere in anticipo la relazione. Che dice come va, potrebbe andare bene come relazione?
Arrivederci prof. e grazie in anticipo

Roberto, non riesco ad aprire il file che mi hai inviato. Il formato .xml me lo apre facendomi vedere una serie di scritte. Comunque ho visto le immagini.
a.oliva
PS Me lo puoi inviare in formato Word o in formato html?

Ti ho fatto una nuova pagina:roberto2

+Prof. sono riuscito a mettere la relazione in un formato adatto.Ho salvato il documento in come pagina web, dovreste riuscirla a vedere xò in compenso non si vedono le immagini.Va bè intanto prendetele dall'altro file che vi ho messo.
Saluti Roberto P.

Relazione

La relazione si basa sul cablaggio di un circuito di simulazione del controllo manuale di velocità contro l’azione di un disturbo esterno. Il circuito seguente rappresenta l’oggetto della relazione:

image1.png
Con questo circuito noi, appunto, vogliamo simulare il percorso di un automobile nel tratto di strada Napoli – Roma e ogni componente serve per rendere l’idea di un percorso che un automobile vera potrebbe sul serio compiere.

Descrizione

La potenza del motore dell’auto è rappresentata dal generatore di tensione di 1 volt mentre il potenziometro (R) rappresenta l’acceleratore del nostro veicolo, che aumentando e diminuendo il valore della resistenza, l’automobile, rispettivamente, accelererà o decelererà.

L’interruttore A è stato montato in quanto serve ad azionare il circuito, cioè ad accendere o spegnere l’autovettura.

La tensione sul condensatore rappresenta la velocità dell’automobile; la costante di tempo, τ (R * C), consiste in realtà nella costante di tempo meccanica e dovrebbe essere di 4/5 sec. E’ il tempo che impiega il sistema a raggiungere il 64%, cioè ci da l’idea del tempo di risposta dell’intero sistema.

Il secondo generatore di 0,1 volt è il nostro disturbo, sia esso una salita o qualsiasi altro ostacolo, e l’interruttore serve ad azionare il disturbo. La tensione del generatore del disturbo in quanto entra nell’amplificatore operazionale evitando così che possa entrare in saturazione.

L’amplificatore serve per farci rilevare sull’oscilloscopio l’andamento del segnale così da simulare realmente l’andamento dell’automobile.

image2.PNG

Funzionamento con WorkBench

Questo circuito prima di essere provato realmente abbiamo simulato il cablaggio e il funzionamento grazie al software “Electronic WorkBench”.

Dopo aver montato con i componenti virtuali che ci offre il programma, abbiamo incominciato la simulazione. Azionando il primo interruttore vediamo come la tensione aumenta e quindi in questo momento l’automobile si è accesa; diminuendo di volta in volta la percentuale del potenziometro, cioè accelerando, l’andamento del segnale aumenta fino ad arrivare al suo valore massimo(tutto ciò senza innescare l’interruttore del disturbo).

Le immagini che seguono mostra l’andamento del segnale(velocità dell’auto)

image3.png
image4.png
image5.png

Azionando ora l’interruttore [0], inneschiamo il disturbo e possiamo subito notare come cambia l’andamento del segnale cambia;cambia anche se acceleriamo o deceleriamo cioè variando il potenziometro.

Le immagine sottostanti ci mostrano le varie situazioni simulate.

image6.png
image7.png
image8.png

Bravo roberto, meriti un bel voto : 7+

a.oliva

Ti ho fatto una nuova pagina:roberto2

Grazie Prof. ma comunque non è finita perchè dovrò aggiungere l'altra parte dello schema a blocchi…va bè ve la darà finita e la samperò anche con quella parte.
Saluti prof.
P.s. da oggi in poi userò la mia nuova pagina prof!!

va bene!
a.oliva

Dal Professore S. Caiazzo riceviamo e pubblichiamo:altri siti dei ragazzi del pacinotti !
a.oliva

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License